Utilizzo del TBS nella valutazione del rischio di frattura

Pubblicato il 25 maggio 2015
Utilizzo del TBS nella valutazione del rischio di frattura

Nel numero di marzo 2015 di Calcified Tissue International è stato pubblicato uno studio che analizza l’utilizzo del Trabecular Bone Score (TBS) nel calcolo del rischio di frattura in aggiunta all’algoritmo FRAX in uso ad oggi. Di seguito l’abstract:

Lo scopo del presente studio è determinare l’impatto del TBS sulla probabilità di frattura in aggiunta a quello fornito dai fattori di rischio clinici utilizzati nel FRAX. È stato eseguito un studio di coorte retrospettivo su 33.352 donne tra 40 e 99 anni dalla provincia di Manitoba, Canada, con misurazioni baseline del TBS della colonna lombare e le variabili di rischio FRAX. L’analisi è coorte-specifica e non basata sulla versione canadese del FRAX.

Le associazioni tra TBS, fattori di rischio FRAX e il rischio di frattura o di morte sono state esaminate utilizzando un’estensione del modello di regressione di Poisson e utilizzate per calcolare le probabilità di frattura a 10 anni con e senza il TBS e per derivare un algoritmo che aggiusti la probabilità di frattura tenendo conto del contributo indipendente del TBS in rischio di frattura e di morte.

Durante un follow-up di durata media di 4.7 anni, 1754 donne sono decedute e 1639 sono andate incontro ad una o più fratture osteoporotiche maggiori non di femore, e 306 hanno avuto una o più frattura di femore.

Dopo correzione per le variabili di rischio FRAX, il TBS rimane un predittore statisticamente significativo di fratture osteoporotiche maggiori non di femore (HR/DS 1.18, IC 95% 1.12-1.24), morte (HR/DS 1.20, IC 95% 1.14-1.26) e fratture di femore (HR/DS 1.23, IC 95% 1.09-1.38).

Sono stati derivati modelli di correzione per probabilità di fratture osteoporotiche maggiori e fratture di femore tenendo in considerazione l’età e il TBS considerando il decesso come evento competitivo. L’analisi della microarchitettura della colonna lombare utilizzando il TBS è un fattore di rischio per le fratture osteoporotiche e un fattore di rischio per morte.

La capacità predittiva del TBS è indipendente dai fattori di rischio clinico del FRAX e dalla BMD del collo femorale. Correzioni di probabilità di frattura che prendano in considerazione il contributo indipendente del TBS al rischio di frattura e mortalità richiedono validazioni in coorti indipendenti.

COMMENTO: benchè lo studio presenti alcune limitazioni, in particolare l’uso di una coorte al posto di un campione casuale di popolazione, dati incompleti su storia familiare di fratture e l’uso di variabili proxy per fumo ed alcool, l’analisi mostra come il TBS sia una variabile significativa di rischio di frattura indipendente dalle variabili cliniche incluse nel FRAX. In particolare, l’uso del TBS associato al FRAX potrebbe rivelarsi utile in quei pazienti a rischio intermedio dove può determinare una ristadiazione sopra o sotto la soglia d’intervento.

Dr.  Lorenzo Marchese

Medico in Formazione Specialistica in Geriatria
SC Geriatria e Malattie Metaboliche dell’Osso
AOU Città della Salute e della Scienza di Torino – Presidio San Giovanni Battista

Eugene V. McCloskey, Anders Odén, Nicholas C. Harvey, William D. Leslie, Didier Hans, Helena Johansson and John A. Kanis. Adjusting Fracture Probability by Trabecular Bone Score. Calcif Tissue Int. 2015 Mar 22




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *