Premio Giornalistico 2015

Osteoporosi: la malattia di cui non si conoscono i rischi

Come nel passato, FEDIOS (Federazione Italiana Osteoporosi e Malattie dello Scheletro) ,e SIOMMMS (Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro), lanciano il Premio giornalistico scientifico “Osteoporosi: la malattia di cui non si conoscono i rischi” sulla prevenzione dell’osteoporosi, allo scopo di diffondere una maggiore conoscenza dell’osteoporosi e, soprattutto, sulla sua prevenzione.

La FEDIOS è impegnata a:

a) promuovere campagne d’informazione e di sensibilizzazione sociale e politica nell’ambito della

prevenzione dell’osteoporosi e delle malattie dello scheletro;

b) promuovere attività di sostegno alle richieste dei pazienti con osteoporosi;

c) sensibilizzare le istituzioni nazionali e regionali deputate alla rimborsabilità dei farmaci per la prevenzione e la terapia dell’osteoporosi;

La FEDIOS è l’unica associazione italiana di pazienti affetti da osteoporosi, diffusa su tutto il territorio nazionale, con sezioni locali in quasi tutte le regioni.

La Federazione Italiana Osteoporosi e malattie dello Scheletro (FEDIOS) è una Federazione di Sezioni Periferiche distribuite su territorio nazionale di Associazioni di pazienti affetti da osteoporosi, fondata nel 2005.

La SIOMMMS (Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro) è la più importante Società Scientifica che in Italia si occupa dell’osteoporosi, delle malattie metaboliche dello scheletro e dei disordini del ricambio minerale (malattie ghiandolari quali l’iperparatiroidismo, disordini complessi quali le alterazioni scheletriche in corso di insufficienza renale, la calcolosi renale etc.).

La SIOMMMS raccoglie più di 550 iscritti, organizza congressi annuali e corsi di perfezionamento; grazie alla presenza di validi ricercatori di fama nazionale ed internazionale, rappresenta per l’Italia un punto di riferimento per tutte le problematiche concernenti le malattie dello scheletro e del ricambio minerale.

La SIOMMMS affonda le sue radici nella Società Italiana del Metabolismo Minerale (SIMM), nata a Verona nell’ottobre del 1979 grazie all’entusiasmo di un centinaio di appassionati della materia; successivamente, dopo la fusione con la Società Italiana dell’Osteoporosi (SIOP), giunge nel 2000 all’attuale denominazione.

L’Osteoporosi è una patologia metabolica dello scheletro che spesso passa inosservata fin quando non si verifica una frattura da fragilità. In Europa, circa il 30% delle donne in post-menopausa sono affette da osteoporosi e più del 40% di queste presenterà fratture osteoporotiche nel corso della vita. Il 15-30% degli uomini svilupperà almeno una frattura da fragilità. Le fratture osteoporotiche sono attualmente considerate un grosso problema per la sanità pubblica: dato il progressivo invecchiamento della popolazione, la prevalenza di fratture osteoporotiche è in crescita esponenziale. I pazienti che riportano una frattura osteoporotica di femore hanno un rischio di morire entro un anno del 15-25% o di perdere la loro indipendenza nel 50% dei casi. Una frattura vertebrale raddoppia il rischio di avere una frattura di femore entro un anno e quintuplica il rischio di avere una nuova frattura vertebrale in assenza di trattamento adeguato. Inoltre è noto come la presenza di fratture vertebrali influisca negativamente sulla qualità di vita del paziente e ne aumenti la mortalità, con incremento dei relativi costi socio-sanitari.

Per queste ragioni FEDIOS e SIOMMMS, (Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro), hanno deciso di lanciare un premio giornalistico con l’obiettivo di sensibilizzare la stampa sull’impatto dell’Osteoporosi all’interno del nostro paese e sull’importanza di fornire ai pazienti osteoporotici un elevato standard di trattamento diagnostico e terapeutico al quale certamente conseguiranno a medio e lungo termine innegabili benefici clinici ed economici.

Art. 1 – Oggetto del Bando

Il Premio verrà assegnato per la realizzazione di articoli pubblicati su quotidiani, periodici, agenzie in lingua italiana (saranno ammessi al concorso gli articoli pubblicati su testate certificate ADS, come meglio precisato al successivo articolo 2), e di servizi televisivi e radiofonici apparsi su emittenti a carattere nazionale e regionale e che abbiano per argomento: la prevenzione e la terapia dell’osteoporosi.

Art. 2 – Requisiti per la partecipazione

a) La partecipazione al concorso è aperta a giornalisti iscritti all’Albo “professionisti” o “pubblicisti” dell’Ordine dei giornalisti italiano. Sono esclusi dalla partecipazione i loro familiari dei membri della Giuria e tutte le persone che abbiano legami contrattuali con i giurati o con l’organizzazione.

b) Saranno ammessi al concorso articoli e servizi in lingua italiana pubblicati o trasmessi nel periodo marzo 2015 – ottobre 2015. Per quanto attiene agli articoli pubblicati a mezzo stampa saranno presi in considerazione quelli comparsi su quotidiani o riviste effettivamente distribuiti e diffusi entro il 31 ottobre 2015.

c) Ciascun concorrente potrà partecipare con una sola opera.

Art. 3 – Termini e modalità di consegna delle opere in concorso

Per poter essere ammesse al concorso le opere dovranno essere fatte pervenire entro il 31 ottobre 2015 alla Segreteria Organizzativa del Concorso FEDIOS Via Stazione, 17- 60020 Falconara Marittima (AN).

I partecipanti dovranno inviare alla Segreteria Organizzativa del Concorso un solo articolo o servizio attinente l’osteoporosi, precisando il nome della testata e la data di uscita. In particolare dovranno essere fornite:

– due copie su supporto cartaceo e/o elettronico per i servizi video per ogni servizio giornalistico o nota di agenzia;

Le opere pervenute non saranno restituite.

Le opere consegnate all’a Segreteria oltre il termine di scadenza saranno insindacabilmente escluse dal concorso. Sarà tuttavia facoltà della Giuria decidere se accettare opere giunte oltre il termine stabilito. E’ tuttavia necessario che sia provata la diffusione dei lavori entro la data di chiusura prevista dal bando.

Art. 4 – Premi

Due premi del valore di

Euro 1.500,00 al 1° classificato

Euro 1.000,00 al 2° classificato

Art. 5 – Selezione dei vincitori

a. Il criterio di valutazione di tutti gli articoli, servizi televisivi e radiofonici presentati sarà basato sull’originalità e sui valori comunicativi, funzionali all’area tematica oggetto del bando. In particolare saranno valutati la completezza dell’informazione, la sua rigorosità scientifica e lo stile dell’esposizione.

b. I premi saranno attribuiti secondo l’insindacabile giudizio della giuria, che sarà composta da: Presidente: Ombretta Di MUNNO (Presidente Comitato Scientifico FEDIOS e Componente del CD SIOMMMS); Membri: Ferdinando Silveri (Vicepresidente Comitato Scientifico FEDIOS), Giancarlo Isaia (Presidente SIOMMMS).

c. La Giuria, in caso di impossibilità di uno o più membri designati, nominerà supplenti scelti tra esponenti del Comitato Scientifico della FEDIOS o della Commissione Scientifica della SIOMMMS.

d. La Giuria si avvarrà di una “Commissione di lettura e spoglio”, che opererà una prima selezione di qualità,

sottoponendo ai membri della Giuria gli elaborati meritevoli di essere giudicati, oltre all’elenco di tutti gli articoli e i servizi presentati alla Segreteria Organizzativa del Premio.

e. La Giuria renderà noti i risultati del concorso entro il mese di novembre 2015.

f. La Giuria esprimerà il suo giudizio e comunicherà i risultati alla Segreteria Organizzativa del Premio, che

provvederà ad avvisare direttamente gli interessati e a predisporre le operazioni più idonee per la

presentazione dei lavori vincenti, segnalati e selezionati.

Art. 6 – Premiazione

I vincitori saranno invitati a ritirare il premio, in una sede che verrà comunicata direttamente agli interessati.

Art. 7 – Aspetti economici e normativi

a. I premi sono considerati a tutti gli effetti corrispettivo d’opera e di ingegno, ai sensi dell’art. 6 del D.P.R. n.

430/2001. L’organizzazione, relativamente ai premi in denaro, precisa che non eserciterà la rivalsa per le

ritenute previste dalla legge.

b. Tutti partecipanti consentono a FEDIOS e SIOMMMS di utilizzare e pubblicare anche in modo parziale gli articoli o i servizi inviati, mantenendo il diritto ad essere menzionati come autori. L’Organizzazione è esonerata da qualsiasi responsabilità, per eventuali contestazioni che potessero insorgere circa l’originalità e la paternità dell’opera, o da eventuali imitazioni da parte di terzi dell’opera stessa.

Art. 8 – Modifiche

L’organizzazione si riserva di apportare modifiche a questo bando qualora si rendesse necessario per cause di forza maggiore, impegnandosi a darne notizia mediante gli organi di stampa.

Promotori del premio:

FEDIOS (Federazione Italiana Oasteoporosi e Malattie dello Scheletro.

Segreteria FEDIOS: Via Stazione, 17 – 60020 Falconara Marittima (AN); Tel 340 0968 418; e-mail: info@fedios.it SIOMMMS Società Italiana dell’Osteoporosi, del Metabolismo Minerale e delle Malattie dello Scheletro – Sede Legale P.zza L Scuro, Borgo Roma 37100 Verona –Tel segreteria 06 84543 : e-mail: info@siommms.it

https://www.viva-awa.com/sextoysindelhi www.bachelortreats.com