Osteoporosi, bocciatura del Chmp per abaloparatide

Pubblicato il 28 marzo 2018
Osteoporosi, bocciatura del Chmp per abaloparatide

Pollice verso per abaloparatide dopo la bocciatura del CHMP, la commissione dell’EMA deputata all’approvazione dell’utilizzo dei farmaci sull’uomo, che ha stabilito che il bilancio tra efficacia e sicurezza del farmaco non è positivo. A meno di nuovi dati o di ripensamenti futuri, il farmaco non sarà disponibile come terapia nel Vecchio Continente.

Sviluppato dalla biotech Radius Health, abaloparatide è stato approvato negli Usa nell’aprile del 2017 con il marchio Tymlos mentre in Europa sarebbe stato messo in commercio con il marchio Eladynos.

In Usa l’indicazione approvata si riferisce al trattamento delle donne in postmenopausa con osteoporosi ad alto rischio di frattura, fattori di rischio multipli per frattura, o pazienti che hanno fallito o sono intolleranti ad altre terapie disponibili per l’osteoporosi. Dalla sua commercializzazione in Usa, oltre 5mila pazienti sono stati trattati con il farmaco.

“Mentre siamo delusi dalla valutazione del CHMP, siamo fiduciosi in abaloparatide-SC e nei nostri dati sugli studi clinici a sostegno della registrazione europea, che è stata anche la base per l’approvazione del prodotto da parte dell’FDA”, ha dichiarato Jesper Høiland, Presidente e Amministratore Delegato di Radius Health. “Continuiamo a concentrarci sulla commercializzazione di Tymols negli Stati Uniti, il più grande mercato mondiale per i prodotti anabolizzanti, e continuiamo i nostri sforzi per rendere disponibile l’abaloparatide-SC in Giappone attraverso la nostra collaborazione con Teijin, così come in altri mercati attraverso accordi di partnership”.

Cos’è abaloparatide
Il farmaco nasce dalla rielaborazione biotecnologica di un ormone che è il PTHrP, ovvero il peptide correlato al paratormone (PTH), una forma di paratormone che tutti noi sintetizziamo nella fase prenatale. Dopo la nascita, questo ormone non viene più prodotto. Il PTHrP agisce sugli stessi recettori del paratormone ma con meccanismi un po’ diversi. Rielaborando la struttura del pTHrP, quindi del PTH ancestrale, si è ricavata una molecola di 34 amminoacidi.

A differenza del teriparatide, abaloparatide ha una minore affinità di legame con il recettore per il PTH (che è lo stesso per i due farmaci). Ciò gli conferisce particolari caratteristiche di farmacodinamica, determinando un maggior effetto anabolizzante rispetto al teriparatide, senza stimolare il riassorbimento osseo.

Comunicato di Radius
leggi