“Muoviti anche tu”: gli esercizi giusti per chi ha l’osteoporosi

Pubblicato il 6 novembre 2017
“Muoviti anche tu”: gli esercizi giusti per chi ha l’osteoporosi

Fare attività fisica con l’osteoporosi si può, anzi si deve, per poter conservare la salute dell’apparato locomotore. Certo è necessario fare i movimenti giusti e con l’intensità adeguata alla propria situazione.
 
Grazie al progetto SIOMMMS “Muoviti anche tu” le donne con questa patologia-ma anche gli uomini- potranno allenarsi con più serenità, nel modo corretto e in sicurezza. Alcuni esercizi sono adatti anche per chi ha una frattura vertebrale pregressa. 
 
Sotto la direzione scientifica del prof. Giovanni Iolascon, coadiuvato dal suo staff, sono stati creati:

  • una brochure di 24 pagine
  • due video che raccolgono informazioni, consigli pratici ed esercizi fisici specificatamente studiati per le persone con osteoporosi, con o senza fratture pregresse.
     
    Scarica la brochureSCARICA LA BROCHURE DI 24 PAGINE
     
     
     
     
     
     
     
    ESERCIZI PER CHI HA L’OSTEOPOROSI

    ESERCIZI PER CHI HA L’OSTEOPOROSI E SI E’ GIA’ FRATTURATO

    Il progetto “Muoviti anche tu” propone 15 esercizi per donne con osteoporosi senza frattura vertebrale pregressa e 13 per quelle pazienti che invece avevano già subito un episodio fratturativo.

    Il programma di allenamento può essere svolto tranquillamente a casa propria e non richiede nessuna particolare attrezzatura, di conseguenza non richiede alcun investimento economico.

    Per ogni esercizio vengono consigliate frequenza e numero di ripetizioni , e forniti suggerimenti per rendere l’attività fisica più efficace e sicura.
     
    I consigli pratici di un decalogo danno infine gli ultimi suggerimenti per avvicinarsi al programma nel modo più appropriato.
     
    I CONSIGLI DELL’ESPERTO
    «Per mantenere una condizione di buona salute” spiega Giovanni Iolascon, professore di Medicina Fisica e Riabilitativa, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” “sono essenziali una sana alimentazione ed esercizio fisico eseguito regolarmente a tutte le età. Questo paradigma è ancora più vero quando si parla di salute delle ossa, in particolare per le donne in età post-menopausale».

     
    «Le persone con osteoporosi, prevalentemente donne in età post menopausale, ma non solo, hanno timore di praticare attività fisica, per paura di una eventuale complicanza fratturativa. Per sfatare questo timore abbiamo creato una serie di esercizi allo scopo di migliorare la salute delle ossa in sicurezza, con prudenza e gradualità” continua Iolascon “Il programma di esercizio differisce rispetto alla presenza o meno di fratture.
     
    In caso di osteoporosi con frattura vertebrale pregressa, frequentemente viene sconsigliato di fare attività fisica. Se questo è vero nella fase acuta della malattia, la situazione cambia con il passare del tempo. Qui vi proponiamo una serie di esercizi che vi possono essere di aiuto non solo per recuperare la funzionalità globale della schiena e ridurre il dolore, ma anche per diminuire il rischio di ulteriori fratture».